Vendemmie

Poggio Maestrino

2017

La vendemmia nel Morellino è iniziata nei primissimi giorni di settembre. Nonostante l’assenza di piogge (temporali) per tutta l’estate, le uve erano in buono stato, senza note di appassimento, di ottima maturità fenolica. Molto bassa la resa di uva ad ettaro; visto l’annata abbiamo deciso di non uscire con la selezione “Poggio Maestrino” .

2016

La raccolta è iniziata la prima settimana di settembre. Il clima abbastanza cado tipico della Maremma e la mancanza di una pioggia d’agosto, hanno anticipato la raccolta che si è protratta per 20 giorni. Il 2016 si presenta moderatamente alcolico, con buone acidità, ma con tannini fin da subito morbidi e setosi. Negli appezzamenti più esposti e con minor pendenze, le gradazioni alcoliche sono più elevate con un’acidità inferiore. L’annata 2016 sembra avere un eccellente dotazione di sentori di frutta rossa.

2015

La vendemmia è iniziata il 3 settembre per proseguire per i successivo 10 giorni. L’andamento stagionale è stato avido di piogge, soprattutto nei mesi estivi; ciò ha comportato un rallentamento delle ultime fasi del ciclo delle vite. L’evidenza di ciò è la contemporaneità della vendemmia delle uve Morellino con quelle delle aziende chiantigiane. Martedì 8 settembre è stato raccolto il Sangiovese della zona di Poggio Maestrino.

2014

La vendemmia è iniziata l’8 settembre con le uve di Spiaggiole e si è conclusa il 24 settembre con le selezioni per Poggio Maestrino. Si tratta di una vendemmia tutto sommato nella norma, con vini il cui contenuto in alcol si attesta tra 13 e 14 gradi. La fermentazione alcolica è conclusa su tutte le vasche, ed anche le operazioni di svinatura sono pressoché concluse. I vini ottenuti si presentano molto fruttati e sapidi.